Beauty Routine

[BEAUTY ROUTINE] Self Help: pelle sensibile!

Buongiorno mie carissime Girlz!

Oggi voglio parlarvi di un problema con cui, chi più chi meno, ognuna di noi deve fare.i conti. Magari non sempre, come capita a me, ma soprattutto in questo periodo dell’anno.
L’inverno, le temperature rigide, lo smog che ristagna, attaccano la nostra pelle, mettendola in seria difficoltà, arrossandola e chiudendo i pori creando così problemi di couperose e/o punti neri e brufoli.

Esistono in commercio tutti dei cosmetici e affini proprio per questo tipo di problematiche e oggi volevo spiegarvi una Beauty Routine ad hoc per pelli sensibili, da usare sempre oppure solo in casi di momentanea problematica.

Il primo step è sicuramente lo struccante.
Se si ha la pelle arrossata, bisogna usare prodotti delicati e “morbidi” cioè con una texture leggera quali i latti, le mousse o gli oli. Per non peggiorare l’arrossamento è meglio non usare il solito dischetto di cotone che potrebbe peggiorare il problema, ma solamente acqua tiepida. Per lo stesso motivo è meglio lasciar perdere anche le salviette struccanti.

image
Puretè thermale latte balsamo struccante nutriente Vichy (in farmacia, € 14)

Secondo step: il tonico.
Questo prodotto è utilissimo per togliere tutte le tracce di impurità residue e rinfrescare la pelle.
Ne esistono di vari tipi, ma quelli più delicati sono sempre senza alcool e contengono acqua di rose, camomilla o calendula (oppure tutti questi ingredienti assieme). Lo stesso valore aggiunto del tonico, lo si ottiene anche con l’uso dell’acqua micellare.

image
Tonico delicato acqua di rose di Corine de Farme (€ 3,49)

Terzo step: la spazzola sonica.
È il modo più nuovo ed efficace per detergere il vostro viso perché si avvale di micro vibrazioni e si può usare tutti i giorni senza problemi, magari usando la testina con le setole più soft e, mi raccomando, non usatela per più di 5 minuti alla volta.

image
Perfecta Face Sonic System by Imetec di Colliston (€ 119)

Il quarto step, molto importante, è il siero.
Bisogna sempre applicarne poche gocce, 3 o 4 al massimo, sul viso, sul collo e sul décolleté. Picchiettate dolcemente con la punta delle dita per far penetrare il siero.
Essendo basati su ingredienti naturali e simili al film idrolipidico della pelle, questi prodotti sono l’ideale per chi ha qualche “prurito” di troppo.

image
Intral Serum Apaisant anti-rougeurs di Darphin (da € 64)

Quinto step: la crema.
Quando la pelle è fragile, “tira” e si irrita, il freddo invernale fa peggiorare la situazione.
Esistono creme su misura, lenitive ed emollienti con ingredienti come ceramidi vegetali e acido ialuronico. Queste creme non devo assoltamente contenere oli siliconici e vaselina.

image
Sensitive Vegetal crema idratante anti-rougeurs Yves Rocher (€ 9,95)

Sesto step: la crema, o meglio ancora, il balsamo occhi.
Questi prodotti sono l’ideale per la zona già molto sensibile normalmente, del contorno occhi (e labbra). La formula è confortevole e “morbida” ed meglio sceglierne uno con vitamina C ed estratti naturali e decongestionanti.

image
Defence Elixage Contour balsamo occhi e labbra di Bio-Nike (in farmacia, € 45,50)

Settimo step: il fondotinta.
Vanno bene quelli compatti, in crema o in polvere perché sono molto idratanti. Usatene sempre uno con protezione solare (non meno di Spf 15) perché i raggi Uva favoriscono gli arrossamenti e la comparsa della couperose.

image
Toleriane Teint Mineral fondotinta correttore compatto/polvere di La Roche-Posay (in farmacia, € 21,50)

Ottavo e, ultimo, step: il mascara.
Anche per il trucco dei vostri occhi optate per un prodotto naturale e delicato. Le formule più adatte contengono cera di olio di oliva e olio di Argan che avvolgono le ciglia e le proteggono dalle aggressioni esterne.

image
Mascara Puro Volume Estremo di Deborah Milano (€ 13)

Con questa Beauty Routine apposta per la vostra pelle sensibile i risultati non tarderanno ad arrivare e la vostra pelle vi ringrazierà.

Anche voi avete la pelle “problematica” e sensibile? Vi capita a spot come a me, oppure il problema è persistente?
Fatemelo sapere e fatemi sapere che tipo di creme usate.
Spero di esservi stata d’aiuto con questo piccolo step by step.

Alla prossima!

image

(Credits: Donna Moderna)

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...